Lezzeno

Lezzeno

NESSO:

Luogo situato nella parte centrale del braccio sinistro meridionale del lago di Como. E’ raggiungibile tramite la SP583 che costeggia il lago o più internamente dalla SP44.

Il territorio comunale è suddiviso nelle frazioni di: Borgo, Castello, Careno, Lissogno, Onzanigo, Scerio, Tronno,  Vico.

Sorse come accampamento celtico, poi conquistato dai romani ai tempi dell’impero; venne distrutta ai tempi delle signorie da Como perché alleata di Milano, fu successivamente ricostruita e divenne feudo donato di Ludovico Sforza che lo regalò alla sua amante; poi cambiò proprietà altre due volte.

Lungo la strada che collega i due vertici del lago Como e Bellagio, i due torrenti Nosé e Tuf confluiscono in un'unica cascata chiamata l’ “Orrido di Nesso”, che si getta nel lago e divide il capoluogo in due parti.

Da visitare sono: i ponti della “Civera” fatto di oltre 300 gradini, posto nella bocca della cascata e quello romanico in val Nuseè; la chiesa medievale di San Martino a Careno che si affaccia sul lago e da cui si accede da una porta laterale, interessanti gli ovali ribassati e gli affreschi cinquecenteschi di cui ci si è accorti in epoche recenti; la chiesa affrescata di Santa Maria a Vico, costruita nel ‘500 dagli umiliati per ragioni ospedaliere; la chiesa dei santi Pietro e Paolo, consacrata nell’XI secolo che subì poi numerose trasformazioni fino ad essere ricostruita nel XVII secolo in stile barocco, quindi ricco di preziosismi e numerosi dipinti che richiamano l’attenzione; la grotta Masera a Careno; le sorgenti Falchi della Rupe e i Boeucc del Castell a Castello;  l’antica via regia di collegamento tra Bellagio e Como.