Varenna lago di como

Varenna Lago di como

Varenna italia

Varenna Lago di como

 

Varenna

VARENNA:

Luogo collocato nella zona centro orientale del lago di Como, da dove si diparte il ramo basso di destra. E’ raggiungibile tramite la SP72(costiera del lago) o la più interna SS36(Milano-Lecco). Ha una stazione ferroviaria di transito della linea Lecco-Tirano. E’ inoltre collegata con traghetto ai principali luoghi posti nelle sponde in opposizione al lago(Bellagio-Griante-Menaggio).

Ha una popolazione di alcune centinaia di persone e comprende le frazioni di Fiumelatte,  Pino e le località di Lido e Scoglio.

I resti gallico romani ne fanno risalire la nascita in età preistorica, tuttavia la storia conosciuta lo attribuisce alla nascita di una comunità di pescatori nel VIII secolo alleati all’epoca comunale di Milano e per questo fu distrutta da Como nel XII secolo. Il borgo ha una conformità richiamante lo stile ligure, con un reticolo di vie intrecciate che scendono dalla collina repentinamente verso il lago.

Da visitare sono il castello di Vezio, un avamposto militare difensivo del XII secolo eretta su un promontorio della val d’Esino, ancora dotato di ponte levatoio. Dalla sua torre si può godere di un vasto panorama del lago e nei suoi giardini ci sono i sotterranei che costituivano parte della “Linea Cadorna”. Inoltre vi alberga un falconiere con un suo allevamento di rapaci, di cui è possibile talvolta ammirarne i voli; la chiesa affrescata di S. Giorgio del XIV secolo; la vicina chiesa di San Giovanni Battista del XII secolo con affreschi trecenteschi; Villa Monastero, oggi una casa museo che funge da centro convegni sorta inizialmente come monastero cistercense nel XII secolo, e progressivamente ristrutturato e decorato più volte dopo il cambio di destinazione d’uso attuato nel seicento. E’ passata dalla fine degli anni settanta di proprietà pubblica e possiede 14 sale con gli ornamenti più eclettici e disparati, segno delle diverse sensibilità dei proprietari; Villa Cipressi un multiforme insieme di giardini ed edifici appartenuto a  diversi proprietari e infine  riacquistato dai Varennesi attraverso una sottoscrizione per farne un centro convegni visitabile e con uno splendido giardino botanico.

Un appuntamento interessante cade il 24 giugno, quando il lago viene addobbato con lumini galleggianti che celebrano l’esodo dei comacini, accolti dai varennesi quando i comaschi distrussero la loro isola nel XII secolo.