lago maggiore

Intra lago maggiore

INTRA:

Frazione del comune di Verbania situato nella parte centro-occidentale del lago Maggiore, attraversato dalla SS34 e posto tra i due torrenti San Bernardino e San Giovanni in una piana alluvionale. Ha inoltre un servizio battelli per Laveno.

I primi insediamenti furono dei Lepontini, cui seguirono i Romani e nel Medioevo il territorio fu possesso del vescovo di Novara prima e di Milano poi. Vi fu l’invasione spagnola e dopo l’annessione ai Savoia.

Da vedere: la basilica romanica di San Vittore del XVII secolo ma terminata nel XIX su di una chiesa già esistente con cupola e internamente ricca di statue, oggetti, dettagli e decorazioni molto eleganti; il vecchio imbarcadero in ferro battuto una fusione tra stile neoclassico e Liberty, oggi riadattato a ristorante molto frequentato e vicino a quello utilizzato attualmente; il monumento ai caduti di Orsini, quello a Cavallotti, quello ai marinai e quello al pittore Ranzoni tutti nel lungolago;  il caratteristico centro fra cui Piazza San rocco e Piazza Ranzoni.

Contenuti indicativi e salvo errori tipografici, non possono in nessun caso essere considerati quali consigli o indicazioni certe. Pertanto, il titolare di italia1000laghi.eu declina ogni responsabilità diretta o indiretta.

Dormelletto lago maggiore

DORMELLETTO:

Luogo situato nella parte sud-occidentale del lago Maggiore raggiungibile dalla SS33 che costeggia il lago nella direttrice nord-sud o la SP30 proveniente da sud. E’ inoltre provvisto di una stazione ferroviaria.

Il paesaggio varia lungo tre diverse fasce lacustre, collinare e collinare urbanistica e comprende quattro zone: dormelletto, dormello, Mercurago e  Glisente.

Le prime tracce risalgono all’età del ferro, i primi insediamenti furono gallici, poi sostituiti dai Romani. Alla fine del medioevo strinse un legame con Arona che inaugurò l’età borromea. Nel ‘700 l’annessione al Piemonte con la pace di Aquisgrana, con Napoleone divenne parte della Repubblica Cisalpina prima e Regno d’Italia poi.

Da vedere: la chiesa di Santa Maria Assunta del XVII secolo giace su una collinetta panoramica e con vista sul Parco dei Lagoni, con un affresco posto all’ingresso; il semplice oratorio di San Rocco del XVII secolo, munito di dipinti; la chiesa Madonna della Motta del XVII secolo a Dormello, corredata da alcune tele anche del XII secolo e con scorci di affreschi antichi in via di restauro; la chiesa Madonna  della Fontana del XIV secolo visitabile unicamente la prima domenica di luglio ornata da alcune opere artistiche significative; il parco dei lagoni di Mercurago, un ampio parco con bosco, paludi patrimonio UNESCO.

Poi c’è Villa Tesio, una costruzione ristrutturata a tre piani con balconata collocata di fronte al lago scelta per il clima favorevole e l’umidità dell’ampio parco per l’allevamento dei purosangue, conosciuto internazionalmente. Fu creata la razza “Dormello-Orgiata” da cui nacquero numerosi campioni tra cui il più famoso è certamente Ribot.

Contenuti indicativi e salvo errori tipografici, non possono in nessun caso essere considerati quali consigli o indicazioni certe. Pertanto, il titolare di italia1000laghi.eu declina ogni responsabilità diretta o indiretta.

Pages